Attività

Le nostre principali attività

Per essere amici bisogna innanzitutto conoscersi: soprattutto nei primi anni sono state realizzate conferenze, riunioni, incontri nelle scuole, e nelle chiese per informare sull’ebraismo; molto importanti sono state anche le gite culturali e sociali, principalmente nei luoghi ebraici piemontesi.

Col tempo è sorta l’esigenza di far conoscere a un pubblico più vasto i contributi dei relatori intervenuti alle nostre conferenze. Così ha preso corpo l’idea di raccogliere, per unità tematiche, le conferenze nella collana dei quaderni dell’AEC.
La prima pubblicazione è stata il fascicolo “Temi a due voci” nato da una serie di incontri tra una voce ebraica e una voce cristiana che si sono confrontate sui testi della Scrittura ebraica e cristiana e sulle principali ricorrenze religiose. In seguito altre pubblicazioni hanno incrementato il numero dei fascicoli. Nel 2020 siamo giunti alla pubblicazione del 17° Quaderno.

A partire dal 1990, l’AEC è stata coinvolta nell’ l’organizzazione della “giornata della conoscenza dell’ebraismo” che si svolge il 17 gennaio di ogni anno. La giornata fu istituita dalla CEI nel 1989, e fu pensata come presupposto della settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, che si svolge ogni anno a partire dal 18 gennaio. La «Giornata» si colloca nell’orizzonte di una nuova visione della relazione fra le Chiese e il popolo di Israele e invita non solo a riscoprire le radici ebraiche del cristianesimo, ma anche a mettersi all’ascolto della testimonianza della fede nel Dio unico, come viene resa dagli ebrei.

Una testimonianza che va soprattutto «ascoltata» – così è scritto nel documento istitutivo, a partire da come l’ebraismo stesso si definisce. Si vuole sottolineare anche la diversa connotazione che distingue, nell’ambito del dialogo interreligioso, il dialogo cristiano-ebraico.

Dal 2012 insieme alla Comunità ebraica di Torino, organizziamo cicli di conferenze mensili di carattere storico/religioso, dedicate alle fasi e alle tematiche centrali della storia dell'Ebraismo e del Cristianesimo. Le conferenze sono volte ad approfondire, sia la storia (contesto storico), sia gli aspetti filosofico/religiosi concernenti la nascita e lo sviluppo delle due tradizioni culturali e religiose e il loro intrecciarsi con le culture contemporanee e successive.

Il ciclo ha avuto inizio a partire dall’epoca del cosiddetto giudaismo del secondo tempio. Dopo aver indagato le età tardo antica e medievale, nel 2020 le conferenze sono entrate nel merito del tardo medioevo e dell’età moderna. A febbraio il ciclo è stato interrotto per l’emergenza sanitaria intervenuta, dopo l’ interessante conferenza della prof.ssa Anna Foa (Roma, La Sapienza) che ha illustrato l'ampio capitolo dell'ebraismo spagnolo nei suoi aspetti istituzionali, sociali e culturali, nei secoli XIV e XV, con particolare riferimento ai rapporti, spesso non facili, tra mondo ebraico e mondo cristiano e considerando anche la società arabo-mussulmana di Spagna.

Nell’ambito delle proposte dell’UNITRE, dal 2013, l’AEC è responsabile dell’organizzazione del corso sull’ebraismo "Da Gerusalemme a Gerusalemme", si tratta di un corso storico/culturale, iniziato partendo dal mondo antico e analizzando la presenza ebraica nel bacino del Mediterraneo, la caduta del secondo Tempio ad opera dei romani, la diaspora conseguente, i flussi migratori nel medio oriente e i legami col mondo arabo.

Le lezioni sono proseguite secondo un programma storico e, ormai da qualche anno, sono dedicate alla realtà dell’ebraismo contemporaneo e ad alcuni aspetti della società israeliana. Nel corso degli anni sono stati anche realizzati: cicli di letture a due voci della Bibbia al Seminario metropolitano di via XX Settembre e con il MEIC, cicli di films, israeliani e/o di contenuto inerente i nostri temi, lezioni di letteratura collegata a films, presentazione libri, conferenze di vari argomenti sulla cultura ebraica perlopiù in collaborazione con altri enti di dialogo ecumenico e con la Comunità ebraica di Torino.